• Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza (RPCT) per il Consorzio Stradale “Viale Cortina d’Ampezzo e diramazioni”, ai sensi e per gli effetti della L. 190/2012 e s.m.i. e del D. Lgs. 33/2013e s.m.i.. : D.ssa Benedetta Regard.
    Contatti: Mail: rpct.consorziocortina@gmail.com | PEC: rpct.consorziocortina@pec.it | Telefono: 06-3310567

  • ACCESSO CIVICO “SEMPLICE” E “GENERALIZZATO”

    L’accesso civico è disciplinato dall’art. 5 del D.lgs. 33/2013, come modificato dal D.lgs. 97/2016.

    Esso si distingue in:

    • accesso civico semplice consistente nel diritto di chiunque di richiedere la pubblicazione di documenti, informazioni o dati oggetto di pubblicazione obbligatoria, ai sensi della normativa vigente, nei casi in cui il Consorzio ne abbia omesso la pubblicazione sul proprio sito web (art. 5 comma 1 D.lgs. 33/2013)
    • accesso civico generalizzato (FOIA) consistente nel diritto di chiunque di accedere a dati e documenti detenuti dal Consorzio, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti (art. 5 comma 2 D.lgs. 33/2013)

    MODALITÀ PER L’ESERCIZIO DELL’ACCESSO CIVICO SEMPLICE all. 1
    La richiesta di accesso civico semplice non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata e deve essere indirizzata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

    In caso di accoglimento, il Consorzio entro trenta giorni procede alla pubblicazione sul proprio sito web dei dati, delle informazioni o dei documenti richiesti e comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto nell’istanza presentata.

    MODALITÀ PER L’ESERCIZIO DELL’ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (FOIA) all. 2
    La richiesta di accesso civico generalizzato non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata e deve essere inviata al: “Consorzio Stradale Viale Cortina d’Ampezzo e diramazioni – Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza”.
    In caso di accoglimento, il Consorzio provvede a trasmettere tempestivamente al richiedente i dati o i documenti richiesti.

    RICORSO
    Contro la decisione dell’ufficio o, in caso di richiesta di riesame verso la decisione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza del Consorzio, il richiedente può presentare ricorso al difensore civico regionale, se istituito, che si pronuncia entro 30 giorni. Il difensore civico si pronuncia entro 30 giorni dalla presentazione del ricorso. Se il difensore civico ritiene illegittimo il diniego o il differimento ne informa il richiedente e lo comunica al Consorzio. Se il consorzio non conferma il diniego o il differimento entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione del difensore civico, l’accesso è consentito.

    In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro trenta giorni dalla presentazione della richiesta, l’istante può presentare domanda di riesame all.3 al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che decide con provvedimento motivato entro il termine di venti giorni.

    La decisione dell’amministrazione sulla richiesta e il provvedimento del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, in caso di proposizione dinnanzi allo stesso della richiesta di riesame, possono essere impugnati davanti al Tribunale amministrativo regionale ai sensi ai sensi dell’art. 116 del D.lgs. 2 luglio 2010 n. 104 (Codice del processo amministrativo).

    MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE
    Le istanze, di accesso e di riesame, devono essere predisposte mediante compilazione dei rispettivi moduli, direttamente scaricabili in calce a questa sezione, e presentate alternativamente secondo le seguenti modalità:

    1. Stampato, firmato e presentato per posta al seguente indirizzo: “Consorzio Stradale Viale Cortina d’Ampezzo e diramazioni – Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza- Via della Mendola n. 276 – 00135 Roma” o personalmente, unitamente a copia del documento di identità di chi firma l’istanza ed altri documenti allegati richiesti;
    2. Scansionato ed inviato in allegato per posta elettronica o PEC, unitamente a copia per immagine del documento di identità del sottoscrittore ed altri documenti allegati richiesti, all’indirizzo mail: consorziocortina@gmail.como all’indirizzo PEC: consorziocortina@pec.it
    3. Firmato digitalmente ed inviato in allegato per posta elettronica all’indirizzo mail: consorziocortina@gmail.como all’indirizzo PEC: consorziocortina@pec.it  unitamente ai documenti allegati richiesti.

    Verranno comunque prese in considerazione anche istanze formalizzate in moduli diversi da quelli messi a disposizione del Consorzio, ovvero istanze inserite nel testo del messaggio di posta elettronica o PEC, ancorché non sottoscritte con firme elettroniche, purché sia prodotta contestualmente la copia della carta di identità dell’istante.

    ALLEGATI

  • NOTA: questa sezione del sito è in costante e continuo aggiornamento.

RIMANI INFORMATO

IL CONSORZIO