L’articolo 8 dello statuto stabilisce i criteri di calcolo dei contributi ordinari. Ciascun consorziato ha l’obbligo di concorrere alle spese ordinarie e straordinarie deliberate dall’Assemblea per gli scopi consorziali.

La misura e le modalità di ripartizione dei contributi alle spese vengono stabiliti come segue:

  • 20% in ragione della lunghezza del fronte stradale sulle vie consorziali;
  • 30% in ragione della superficie catastale del terreno
  • 50% in ragione del numero dei vani utili edificati, questi verranno calcolati in relazione alla cubatura realizzata in rapporto 1:75

I criteri di cui sopra sono riferiti ai lotti indicati nella planimetria di cui al precedente art. 5.
Nel caso di comunione, o di proprietà frazionata quale ad esempio il condominio, il Consorzio provvederà a ripartire ulteriormente i contributi spettanti al lotto secondo la tabella millesimale di ripartizione della proprietà immobiliare fornita al Consorzio con istanza a firma di tutti gli interessati, o del loro legale rappresentante, conformemente alle disposizioni contenute nel precedente art. 6.
In mancanza della notifica nei termini della documentazione di cui innanzi, il Consorzio potrà procedere ad accertamenti d’Ufficio notificando all’interessato le proprie risultanze, avverso le quali potrà essere proposta motivata opposizione per rettifica entro 30 giorni dalla notifica. Trascorso tale termine la ripartizione si intende accettata.

Le carature consortili ai fini della partecipazione e per l’espressione dei voti in assemblea, potranno essere espresse in milionesimi.

Prova il calcolo on line della quota consortile